Pubblicato in: Recensioni

Recensione “The Code Busters Club – Caso 1” di Penny Warner

“Avrai la VOLONTÀ giusta per trovare il tesoro? E no, non LÌ DENTRO, che STANNO la MANNA e i soldi. Non li troverai in un nascondino”

Avete mai letto libri per ragazzi con codici da decifrare e misteri da risolvere? Avete mai esclamato: “Ecco la soluzione!” prima ancora del protagonista? Proviamo un po’: secondo voi come si potrebbe risolvere l’enigma a inizio pagina?

Non preoccupatevi se non riuscite a venirne a capo: The Code Busters Club, infatti, mette alla prova le abilità del lettore con vari livelli di difficoltà, dal semplice Cifrario di Cesare al più difficile codice Morse.

L’autrice del libro gioco è Penny Warner. Nella sua carriera ha scritto qualcosa come sessanta libri – quindi non parliamo di una novellina – ha vinto numerosi premi e i suoi libri sono stati pubblicati in 16 nazioni differenti. La serie per ragazzi “The Code Busters Club” ha vinto l’Agatha Award for Best Children’s Mystery (per ben due volte!) ed è stata nominata per il World Mystery Anthony Award for Best Children’s Mystery.

Io ho letto il primo volume, il Caso 1, intitolato: “Il mistero del vecchio scheletro”, pubblicato in Italia da Edizioni Leima e oggi ve ne parlerò.

Partiamo dalla trama.

Cody, Quinn, Luke e M.E. sono i Code Busters, un club segreto nato con lo scopo di risolvere misteri e enigmi. Il Club ha delle regole ferree che devono essere rispettate: il Motto (mantenere il segreto sul Club è essenziale), il Saluto segreto (intrecciare gli indici delle mani) e la Parola d’ordine (il giorno della settimana detto al contrario). Il club ha anche un quartier generale, una capanna nascosta nel bel mezzo di una foresta di eucalipti.

Quando Cody e Quinn scoprono che nella casa del Vecchio Scheletro, l’anziano vicino che vive da solo,  sta succedendo qualcosa di losco, decidono di tenerla d’occhio. Una sera, da quella casa spuntano due loschi figuri, una donna dal fisico corpulento e un uomo basso e mingherlino, che mettono in allarme i due ragazzi. Cosa stanno confabulando? E che ci fanno proprio lì?

La mattina dopo, Cody scopre con sgomento che la casa del vecchio scheletro è andata distrutta da un incendio e che una delle poche cose a salvarsi è stata una finestra del secondo piano su cui c’è disegnato qualcosa con un pennarello nero:

Trasmissione con bandiere

Capendo che si tratta di una richiesta di aiuto, la ragazza raduna i suoi amici per investigare sulla faccenda e il Club decide di entrare in azione. Tra codici morse, lingua dei segni ed enigmi, i Code Busters vivranno una vera e propria caccia al tesoro. Purtroppo, saranno presto ostacolati proprio dai tipi che avevano visto di fronte alla casa del Vecchio Scheletro. Che siano proprio loro due i responsabili dell’incendio?

Il pregio di questo romanzo è quello di essere infarcito di indovinelli e di codici. L’intento dell’autrice, infatti, è proprio quello di coinvolgere il lettore offrendo gli strumenti per poter risolvere gli enigmi. Alla fine del libro c’è un’appendice con i Codici e le Soluzioni per cui, se proprio uno non riesce a venirne a capo, può sempre dare una sbirciatina alle ultime pagine per trovare la soluzione e andare avanti con la lettura.

È un libro didattico che potrebbe essere proposto nelle scuole per l’insegnamento dei codici. Tra l’altro, la storia ha il pregio di essere divertente e appassionante, per cui sono sicuro che gli studenti svolgerebbero gli esercizi con più entusiasmo. 

“A Cody la biblioteca piaceva moltissimo, in particolare era affascinata dal labirinto di stanze ammuffite, dagli scaffali affollati e da quelli nascosti in giro per tutto l’edificio.

I membri del club si incontravano lì spesso dopo la scuola per fare compiti e ricerche, ma il luogo dell’appuntamento era ogni volta diverso.”

I giovani protagonisti di The Code Busters Club sono dei secchioni. Per alcuni questo sostantivo potrebbe essere un’offesa, secondo me invece è una qualità.

Sono felice di aver letto finalmente una storia con dei ragazzi che amano studiare, comunicare tra di loro usando la lingua dei segni e il codice Morse, e che passano ore a ragionare su un ogni enigma per cercare di risolverlo.

Il libro sprona il lettore a dare sempre il massimo, a non arrendersi di fronte al primo ostacolo che si incontra per strada ma a cercare di superarlo usando l’ingegno.

Il Club è composto da tante ragazzi con interessi differenti: c’è chi ama i codici militari e la programmazione informatica, chi vestirsi alla moda e l’analisi della calligrafia; c’è chi è uno Skater professionista e risolve gli anagrammi con semplicità, e chi, ancora, conosce benissimo il braille e i codici della polizia. Ce n’è per tutti i gusti, insomma.

Mentre leggevo il romanzo, pensavo che la storia sarebbe adatta per essere trasposta in fumetto; in fondo, possiede tutte le caratteristiche tipiche del manga: protagonisti interessanti, rompicapi da risolvere e una trama coinvolgente. Mi è subito venuto in mente “Detective Conan”, il poliziesco pubblicato in Giappone con enorme successo. Navigando su internet in cerca di informazioni, scopro che The Code Busters Club è pubblicato anche nella terra del Sol Levante e ha al suo interno delle illustrazioni simpaticissime!

Illustrazioni dell’edizione giapponese.

In conclusione, posso dire che il libro è stato una piacevole scoperta. Ringrazio Edizioni Leima per aver portato questa serie in Italia perché rappresenta una novità nel campo della narrativa per ragazzi.

Di seguito, trovate anche il mio video su YouTube in cui vi parlo proprio di The Code Busters Club.

Scrivetevi al mio canale, mi raccomando!

Fatemi sapere se la mia recensione vi è piaciuta e se vi va lasciatemi un like. Ci vediamo alla prossima!

  • Titolo: The Code Busters Club – Caso 1
  • Autore: Penny Warner
  • Editore: Edizioni Leima https://www.edizionileima.it/
  • Pagine: 232
  • Età consigliata: 9 anni

Autore:

Autore di libri per ragazzi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...