Pubblicato in: Interviste

5 domande a: I.D.E.A. – Immagina Di Essere Altro

Nell’editoria italiana indipendente c’è una casa editrice che si sta facendo conoscere per la sua intrapendenza e per il suo entusiasmo. Sin dal suo esordio, I.D.E.A. ha deciso di puntare sul genere fantasy – ma da poco si è aperta anche alla narrativa – mettendo in luce giovani talenti italiani.

Incuriosito da questa realtà, ho proposto alla casa editrice di rispondere a cinque mie domande che, sono sicuro, saranno molto utili anche agli aspiranti autori che sognano di mandare il loro manoscritto per una valutazione.

Perciò, mettetevi pure comodi e diamo inizio alle danze!

  1. Qual è l’elemento peculiare che vi contraddistingue dalle altre case editrici?

Ottima domanda, ma dovremmo girarla ai nostri lettori. Diciamo che diamo per scontate la professionalità e la cura riservata ai prodotti, quella dovrebbe essere lo standard per ogni editore, non siamo di certo gli unici. Quello che davvero ci contraddistingue è, invece, l’attenzione nei confronti dei lettori. Come hai scritto anche tu, qui sul blog, noi siamo “social friendly”, ci piace rimanere in continuo contatto con i nostri lettori, perché, fondamentalmente, una CE lavora per loro, senza di essi non ci sarebbe bisogno dei libri, quindi renderli protagonisti e partecipi è per noi una grande gioia e una missione che vogliamo mantenere viva. Tanto più perché a loro piace rimanere aggiornati.

«Quasi nessuno ha una scelta in questa vita, non nel mondo degli uomini: nasci già incardinato in una posizione, il nome di tuo padre determinerà chi sarai, che posto avrai nella società, cosa gli altri si aspetteranno da te».

Caoineadh. La dama urlante.

  1. L’incubo peggiore per ogni aspirante autore è la sinossi. Il secondo è la lettera di presentazione. Volete date qualche consiglio per presentare entrambi nel migliore dei modi?

Vediamo un po’. Se una persona decide di voler diventare un autore di romanzi, deve essere conscia del fatto che si prende “tutto il pacchetto”, bisogna studiare. Con questo s’intende che non basta conoscere l’italiano, ma serve formarsi sulla pratica e l’evoluzione degli strumenti, dei mezzi e dei flussi dell’editoria. Immancabile è il “sapersi proporre” che avviene tramite una breve presentazione e una sinossi (che non è la trama), entrambe sono strumenti fondamentali per un autore. Quindi il consiglio è: affidatevi a dei professionisti che vi insegnino tutto ciò che c’è da sapere e saper fare, informatevi e studiate tramite manuali (non è un crimine, anche gli editor hanno i manuali sempre sotto mano). Rimanete ben lontani dalla pratica del “pressappochismo”, non va bene. Proporsi a una CE, per un autore, è come per un attore presentarsi a un provino: non si può non aver studiato la recitazione e tutto ciò che le gira intorno, allo stesso modo, chi scrive non può farlo senza strumenti.

  1. C’è stato un manoscritto che in passato avete rifiutato e che, col senno di poi, avete rimpianto?

Questa è una domanda facile. No, per il momento non ci è mai capitato.

«Un popolo che è stato privato della capacità empatica, creerà una città che non è in grado di provare niente per i suoi figli più sfortunati».

2045. Lettere da un passato futuro

  1. Qual è stato il gesto più bello che un autore ha ricevuto da un fan?

Qui potremmo scrivere per intere pagine. Riporteremo alcuni gesti con elenco puntato, e in breve, rispettando la privacy.

  • Un lettore è partito da molto lontano per arrivare a una fiera solo per farsi autografare un libro e conoscere l’autore di persona.
  • Una giovanissima lettrice si è commossa quando ha incontrato dal vivo una delle nostre autrici. (Abbiamo pianto tutti, è stata un’emozione fortissima).
  • Una nostra lettrice ha confezionato a mano spillette con il nostro logo e ce le ha portate in fiera, poi le ha fatte con i personaggi di una nostra autrice e gliele ha regalate.
  • Un lettore ha incontrato un nostro autore per strada e gli ha regalato un suo accessorio come gesto di gratitudine, dicendo che la lettura del suo libro lo ha aiutato in un brutto momento.

Ce ne sono sicuramente molti altri, questi sono quelli che ci sono venuti in mente su due piedi.

«Ci sono momenti nella vita in cui il sacrificio è l’unica strada percorribile, sopra al dolore, sopra all’onore, sopra alla nostra umana sete di vendetta. Per l’alba di un giorno migliore, bisogna soffrire e a volte rinunciare.»

Il Sangue dei Liberi (vol.1)

  1. Quali novità ci aspettano nei prossimi mesi? Su, non preoccupatevi di fare spoiler!

Eeeehhhh ora vuoi sapere troppo! =)

Possiamo dire che ci saranno novità collezionabili, nuovi autori con romanzi favolosi, tanti gadgets nuovi e… e niente, per rimanere aggiornati, dovrete seguirci! =)

Grazie ancora per l’intervista.

I.D.E.A.

Link della Casa Editrice: https://www.immaginadiesserealtro.it/

Pubblicato in: Parliamo un po'

Dieci nuove Case Editrici per ragazzi da tenere d’occhio!

Per chi è un lettore appassionato come me, sa bene che ormai non esistono più solo le grandi Case Editrici ma anche le medie e le piccole. Spesso sono proprio loro che propongono opere che altrimenti non avrebbero avuto molta possibilità di trovare spazio nella grande editoria italiana, libri di autori emergenti con una gran voglia di far conoscere la loro voce.

Ho pensato quindi di selezionare dieci case editrici per ragazzi attive da poco ‒ cioè dal 2015 in poi ‒ per dare l’opportunità, a chi non le conoscesse, di poter curiosare tra i loro titoli e, perché no, provare a inviare anche dei manoscritti. Ovviamente per farlo ho dovuto scegliere tra tantissimi editori, per cui mi sono basato essenzialmente su tre requisiti per me importanti:

  • Contatto diretto con i lettori attraverso i Social (collaborazioni, iniziative, presenza su Instagram, Facebook, etc.)
  • Importanza dell’immagine (copertine di qualità, cura dei post, etc.)
  • CE non a pagamento ( per non dare fregature agli aspiranti autori).

Dato che io stesso ho pubblicato con una casa editrice per ragazzi ho preferito non inserire la mia, la Ruota Edizioni, nata nel 2015, perché sarei stato ovviamente di parte (ma se volete dare un’occhiata, ecco il sito https://www.laruotaedizioni.it/ ).

Alcuni dei titoli che vedrete non li ho ancora letti e li ho scelti perché hanno saputo catturare la mia attenzione per varie cose: per la trama, per la copertina, per il nome dell’autore. Sono quelli che ho intenzione di recuperare (o magari avrò l’opportunità di recensirli tramite collaborazione, chissà?).

Li considero la mia scommessa e sono curioso di vedere se ci ho visto lungo. Perciò, bando alle ciance e partiamo subito!

1 – Pelledoca https://pelledocaeditore.it/

Nata nel 2017 e specializzata in thriller, noir e mistero, propone libri di narrativa e illustrati di ottima qualità. La loro missione è quella di raccontare storie da brivido, capaci di tenere il lettore con il fiato sospeso e gli occhi incollati alla pagina.

Io ho avuto il piacere di collaborare con loro recensendo il libro “Uscita di sicurezza” di Carla Anzile.  Potete leggere cosa ne penso qui: https://lorenzoiero.com/2020/10/06/recensione-uscita-di-sicurezza-di-carla-anzile/

Ecco i tre libri da tenere d’occhio:

2 ‒ Albe Edizioni https://www.albe-edizioni.com/

Casa Editrice milanese nata nel 2017, offre prodotti curati nei testi e nelle immagini, proponendo storie basate su contenuti e tematiche di valore universale. Io sto leggendo la saga di Penny Berry di Lluis Prats e vi assicuro che è una meraviglia. Ve ne parlerò presto sui miei Social.

Ecco i tre libri che hanno catturato la mia attenzione:

3 ‒ MIMebù https://www.mimebu.it

Nuova casa editrice del gruppo Mimesis rivolta ai bambini e ai ragazzi, pubblica libri che non hanno barriere né pregiudizi. Il loro obiettivo è il piacere della lettura, disinteressato e senza morali precostituite. Hanno diverse collane: Primi Passi, Scacciapensieri, La Civetta, MIMebook.

Ho selezionato tre titoli che sembrano molto interessanti:

4 ‒ I.D.E.A. Immagina Di Essere Altro https://www.immaginadiesserealtro.it/

Nata nel 2016 da un progetto editoriale messo in moto da Claudia Cintio e Marco D’Abruzzi, è diventata ben presto un punto di riferimento per i lettori Social che interagiscono con gli autori come se fossero loro amici. La Casa Editrice punta al Fantasy in ogni sua forma e da poco ha aperto le porte anche alla narrativa italiana. Io ho già letto Seadevil, Apparenze e Caoineadh, ma nella mia wishlist ci sono tanti altri loro libri.

Ecco i mei tre consigli:

5 ‒  Dark Zone https://www.dark-zone.it/

Nata come associazione culturale nel 2016, la Casa Editrice di Francesca Pace è entrata in poco tempo nel cuore di tantissimi lettori, divenendo un punto di riferimento per gli appassionati del Fantasy (e non solo). La Dark Zone spicca per qualità dei testi e delle cover (Antonello Venditti è un grande), e di seguito potete vedere tre libri che hanno catturato la mia curiosità:

6 ‒ Telos Edizioni https://telosedizioni.it/

Telos è una casa editrice specializzata in letteratura per l’infanzia e l’adolescenza e si caratterizza per la sperimentazione di nuovi modi di fare editoria. L’interazione tra la carta e il digitale rappresenta uno dei loro punti di forza. Mi hanno colpito molto le copertine: originali, colorate, divertenti. Potete vedere alcuni esempi qui sotto:

7 ‒ Marietti Junior https://www.mariettijunior.it/

Marietti Junior nasce da Pietro Marietti con un progetto ben preciso: la ricerca del talento. L’obiettivo di Marietti Junior è investire in un progetto che valorizzi il rapporto “antico” e personale tra editore e talenti creativi. Con tre regole: ricerca della qualità; forze concentrate su pochi titoli in cui si crede profondamente; investimento nella promozione. Vi mostro tre titoli che mi piacerebbe molto leggere:

8 ‒ Segreti in giallo Edizioni https://segretiingialloedizioni.com/

Segreti in giallo Edizioni è una piccola casa editrice nata da poco ma molto promettente con collane di nicchia (gialli, manoscritti risalenti al periodo della belle époque e sottoforma di diari e infine epistolari). Sono molto curioso di leggere alcuni dei loro titoli e sono sicuro che saprà ritagliarsi un posto tra gli appasionati del genere.

Ecco i miei tre consigli:

9 ‒ Acheron Books https://www.acheron.it/

Editore indipendente nato nel 2015 e specializzato in narrativa fantastica ad ambientazione italiana. Le loro opere sono molto selezionate e vengono curate in ogni loro aspetto. Infatti, l’aspetto che più mi ha colpito è stata la parte grafica, davvero degna di nota. Vi lascio tre titoli che mi incuriosiscono molto:

10 ‒ Myth Press https://mythpress.eu

Myth Press è nata con l’obiettivo di far conoscere autori emergenti e idee innovative. Ho assistito alla loro nascita e sto sguendo le loro uscite, per cui ci sono molto affezionato. Vi lascio con tre titoli che mi ispirano molto:

Questo è tutto. Spero che vi abbia fatto piacere questo viaggio nella piccola e media editoria di libri per ragazzi. Se avete altre Case Editrice da suggerire scrivetelo nei commenti qui sotto. Io sono sempre aperto alle Collaborazioni perché mi piace parlare di questo genere.

Se vi fa piacere, continuerò a pubblicare altri articoli di questo tipo. Se avete voglia, condividete il post in modo da supportare me e queste fantastiche realtà editoriali.

A presto!