Pubblicato in: Parliamo un pò

Primavera in libri : le prossime uscite per ragazzi

Per realizzare un sogno, una persona deve superare tante prove.

Louisa May Alcott

Eccoci al consueto appuntamento con i libri che verranno!

Dopo aver spulciato in anteprima i libri per ragazzi usciti nei primi mesi dell’anno (se volete recuperare il post, eccolo qui: https://lorenzoiero.com/2020/12/28/lanno-che-verra-speciale-libri-per-ragazzi-e-fantasy-2021/), andiamo a vedere quali saranno quelli che ci accompagneranno in questa Primavera 2021 che si preannuncia ricca di buoni propositi.

Prima di iniziare, però, metto come sempre le mani avanti anticipandovi che questa sarà una selezione di libri basata sui miei gusti personali, perciò, se volete raccomandare qualche altra uscita interessante, scrivetelo pure nei commenti.

Ma bando alle ciance e partiamo subito!

MARZO

PaperDante. Letteratura a fumetti (Italiano) Copertina rigida – 17 marzo 2021 – GIUNTI

In questo volume si celebra un’opera unica: la prima storia illustrata Disney ispirata a Dante Alighieri e realizzata da tre artisti geniali, lo sceneggiatore Augusto Macchetto, la disegnatrice Giada Perissinotto e il colorista Andrea Cagol, unita alle parodie storiche della Divina Commedia. Il volume è composto dalla storia illustrata e dalle parodie L’Inferno di Topolino di Guido Martina e Angelo Bioletto e L’Inferno di Paperino di Giulio Chierchini. Un libro che omaggia il sommo poeta. Età di lettura: da 7 anni.

Coda di castoro. Un’avventura per salvare la natura! (Italiano) Copertina rigida – 23 marzo 2021

di Daniele Mocci (Autore), Luca Usai (Autore)

Coda di Castoro è un piccolo indiano delle Lingue Dritte, la tribù più onesta che ci sia! Insieme al castoro Ba-da-bum, al puledro Ascella Pezzata e ai suoi amici Lenticchia Bollita, Arco Storto, Molte Parole e Tempesta di Grandine, sventerà il malvagio piano delle Teste di Legno, la tribù nemica che ha inquinato il laghetto vicino al villaggio per cacciarli dalle loro terre. Età di lettura: da 6 anni.

Un problema con le ali. Anna Kadabra (Italiano) Copertina flessibile – 23 marzo 2021 – DE AGOSTINI

di Pedro Manas (Autore), David Sierra Listón (Autore), Maria Bastanzetti (Traduttore)

Costretta a trasferirsi nella lugubre cittadina di Moonville, Anna Kadabra è convinta che le sfortune non abbiano mai fine. E infatti non sbaglia! La nuova casa emette strani rumori; a scuola c’è una preside arcigna che la mette sempre in punizione. Per non parlare di Oliver, il peggior compagno di banco del mondo! Ma poi, allo scoccare della mezzanotte, mentre osserva il cielo scuro fuori dalla sua camera, la luna viene adombrata da una figura con una scopa e cappello, e subito appaiono davanti a lei un gatto, un rospo, un corvo, un pipistrello e la perfida preside. Anna Kadabra scopre così di essere una strega e di avere un grande incarico: sconfiggere i cacciatori di streghe. Come Oliver, il suo compagno di banco! E se questa non fosse l’ennesima sventura, ma l’inizio di una straordinaria e magica amicizia? Età di lettura: da 7 anni.

I perfezionatori (Italiano) Copertina flessibile – 24 marzo 2021 – GIUNTI EDITORE

di Marco Tomatis (Autore), Loredana Frescura (Autore)

La Terra ormai è condannata, anche se il Nuovo Ordine Mondiale mantiene una apparente stabilità attraverso la repressione e la limitazione della libertà. La guerra ha reso inabitabile il pianeta ed esiste una sola via di scampo, la cosiddetta Nuova Terra, ovvero diverse stazioni spaziali orbitanti in grado di ospitare gli abitanti sopravvissuti. La GRADUATORIA ha il compito di stabilire i Degni, cioè chi può partire prima, chi dopo e chi, probabilmente, mai. Tra questi ultimi, ci sono i Trasformati: molti ragazzi che, appena arrivati alla soglia dell’adolescenza, cominciano a mostrare modifiche nel corpo o nella mente. Folco, Lulù e Arthur, in tre parti diverse del mondo, cercano di nascondere le proprie doti speciali per non essere braccati dal NOM. Finché un giorno non ricevono un messaggio misterioso.
Un’avventura ambientata in un futuro remoto che parla anche del presente, di cosa significano esclusione e diversità, del potere della creatività, e della nostra comune responsabilità verso il pianeta.

L’orologio di stelle. La falena d’ombra (Italiano) Copertina rigida – 25 marzo 2021 – HARPER COLLINS

di Francesca Gibbons (Autore), Chris Riddell (Illustratore)

Imogen potrebbe essere più carina con la sua sorellina Marie. E dovrebbe essere più gentile con il fidanzato della mamma. Soprattutto, non dovrebbe seguire una strana falena argentea dentro un albero… D’altronde, chi fa solo quello che gli viene detto? Di colpo, Imogen e Marie si ritrovano intrappolate in un mondo magico, un regno in cui nessuno si comporta come ci si aspetta e dove al calare della sera appaiono creature sinistre… Le due sorelle desiderano solo una cosa: tornare a casa. Ma per riuscirci, dovranno salvare il viziato Principe Miro e con lui un intero mondo in pericolo. Ad aiutarle, per fortuna, ci saranno un orso ballerino, una coraggiosa cacciatrice… e persino le stelle.

Murdo. Il libro dei sogni impossibili (Italiano) Copertina rigida – 25 marzo 2021 – L’IPPOCAMPO

di Alex Cousseau (Autore), Eva Offredo (Autore)

Un piccolo yeti di nome Murdo è il narratore di questo libro. In ogni pagina ci racconta i suoi desideri: ha sempre sognato di nascondere un tesoro invece di trovarlo, di vivere in un mondo che gira al contrario per cominciare il pranzo dal dolce, di chiacchierare con un sasso, di risalire nel tempo fino al Giurassico per fare lo sgambetto a un dinosauro, di costruire un ponte tra il giorno e la notte… Murdo a volte si dimentica chi è, ma appena il suo amico rospo lo saluta: Ciao Murdo! se lo ricorda. I semplici piaceri e le domande profonde di Murdo evocano l’intimo legame tra gli elementi dell’universo… Murdo gioca con le parole, con i suoni e con le lettere per costruire paesaggi immaginari. Età di lettura: da 6 anni.

Elinor Puffygal streghetta incasinata (Italiano) Copertina rigida – 25 marzo 2021 . MARIETTI JUNIOR

di Francesca Martucci (Autore), Rachele Aragno (Illustratore)

Elinor, streghetta di Felinia, è stata appena ammessa alla prestigiosa Scuola Media di Arti Magiche del Bosco Iridescente. Come sarà? Chi incontrerà? E, soprattutto, quante figuracce farà? Perché di questo Elinor è certa: non sarà mai all’altezza della sua famiglia, che sforna campioni di magia da generazioni! Lei si sente brava solo quando può pasticciare con gli ingredienti e preparare merendine speciali. Ma grazie a nuove amicizie e alle avventure tra i corridoi della Smambi, Elinor scoprirà che anche il suo è un talento speciale… anzi è magico. Età di lettura: da 7 anni.

APRILE

Il cappello del Gran Bau (Italiano) Copertina flessibile – 1 aprile 2021 – SALANI

di Tove Jansson (Autore), Annuska Palme Larussa Sanavio (Traduttore), D. Ziliotto (Traduttore)

C’era una volta una bambina che aveva una nonna serena, un padre preso dalle sue sculture, amichette scontente, amici marinai burberi; negli anni, insensibilmente, questi personaggi hanno abbandonato la loro natura umana e sono diventati animali, che Tove Jansson ha disegnato e descritto: Mamma Mumin, Papà Mumin, Misa, Tabacco. Appena mettiamo piede nella Valle dei Mumin, subito ne veniamo catturati: niente è più reale di questi esseri dolci e poetici e delle loro avventure, per straordinarie che siano. Trovano un Cappello-Folletto in cui gettano gusci d’uovo e ne escono nuvole, ci entra il troll Mumin e ne risulta mutato in un mostriciattolo che solo la sua mamma riconosce. E non sono strani i Fungarelli, senza bocca e senza orecchie? E Dada e Sasa, col loro linguaggio dadese e sasese? Ma su tutto getta la sua magia il Mondo Nordico, coi colori del cielo primaverile e del cupo grande mare selvaggio, da cui emergono affascinanti Regine di Legno. Età di lettura: da 9 anni.

Un’avventura sul fiume (Italiano) Copertina flessibile – 1 aprile 2021 – TERRA SANTA

di Mino Milani (Autore), Francesca Rossi (Illustratore)

Nino, Marco e Giorgio – tredici anni suppergiù – sono amici inseparabili. Hanno l’età in cui è facile sognare. E il primo, e forse unico, dei loro sogni è l’avventura. Voltare le spalle alle cose di tutti i giorni. Cercare le cose straordinarie. Lasciar perdere il mondo conosciuto ed esplorare quello ignoto: le foreste, i grandi ghiacciai, i deserti, gli oceani… Un giorno, Marco – timido ed esitante nel parlare, ma coraggioso nuotatore – trova una misteriosa moneta su un’isola altrettanto misteriosa. I tre amici si lanciano senza pensare in una vera e propria investigazione, piena di sorprese e di scoperte, di pericoli e di fughe repentine a bordo di una barca sgangherata. Sullo sfondo della narrazione, i due maggiori fiumi italiani: il Po, minaccioso e immenso, con le sue acque gialle; e il Ticino, amichevole e sinuoso, con le sue acque azzurre. Età di lettura: da 8 anni.

Quelle in cielo non erano stelle. Storia di un’amicizia ai tempi di Chernobyl (Italiano) Copertina flessibile – 6 aprile 2021 – MONDADORI

di Nicoletta Bortolotti (Autore)

Sono passati cinque anni dall’esplosione che nel 1986 ha distrutto la centrale nucleare di Chernobyl, in Ucraina, sprigionando nell’aria una nube tossica che si è posata ovunque: sulla foresta cambiandone i colori, sugli animali facendoli ammalare, su fotografie, vestiti, giocattoli… e sulle persone. Omar, un ragazzino che vive nel Nord Italia, non sa nulla di tutto questo finché a casa sua non arriva una bambina ucraina dai capelli color sabbia, per trascorrere un mese lontano dalle radiazioni. Vassilissa non parla e lascia vedere di rado il suo simpatico sorriso: è diffidente, come lo è Omar verso di lei. Ma se per essere amici non ci fosse bisogno di parlare la stessa lingua? E se per disintossicarsi dalla paura l’amicizia fosse la medicina migliore? Un romanzo corale scritto con passione e grazia che, attraverso le vive voci di una volpe, di un ragazzino e della stessa nube, rinnova la memoria di uno dei più drammatici eventi della Storia contemporanea. Età di lettura: da 11 anni.

Storie di fantasmi del Giappone (Italiano) Copertina rigida – 8 aprile 2021 – L’IPPOCAMPO EDIZIONI

di Lafcadio Hearn (Autore), Benjamin Lacombe (Autore), Ottavio Fatica (a cura di)

Illustrando il celebre compendio del folklore giapponese, Benjamin Lacombe offre un tributo al lavoro di Lafcadio Hearn. All’inizio del Novecento, lo scrittore irlandese fu uno dei primi occidentali a ottenere la cittadinanza giapponese: l’amore per la cultura della sua nuova patria lo portò a percorrere le varie province del Paese, al fine di trascrivere le storie di fantasmi e le leggende tramandate di generazione in generazione. In “Storie di fantasmi del Giappone” Benjamin Lacombe sceglie lo stile adatto a ogni racconto, reinterpretando l’ampia gamma del bestiario tradizionale con la sua inimitabile arte. In appendice al volume, alcuni giochi ispirati a quelli tradizionali permettono d’inventare la propria leggenda di yokai. La presente edizione, a cura di Ottavio Fatica, riprende parte dei testi da lui tradotti per Adelphi nella raccolta Ombre giapponesi, completandola con altri, qui proposti per la prima volta al pubblico italiano. Età di lettura: da 8 anni.

Ari e il maestro di veleni (Italiano) Copertina flessibile – 8 aprile 2021 – PELLEDOCA EDITORE

di Paolo Roversi (Autore), Andrea Franchini (Illustratore)

Tutte le persone hanno un odore caratteristico e Ari ha il dono di riconoscerlo. Si tratta di profumi o afrori che gli altri non avvertono ma lei, ragazzina tredicenne che ormai ha imparato a sfruttare questa sua abilità, sì. Dall’odore che una persona emana Ari sa capire molte cose. Spesso aiuta il padre Bart nelle sue indagini, ma questa volta è diverso: lo straniero appena arrivato nel paese è un caleidoscopio di odori. Ari è sconcertata perché non le era mai successo prima: così lo ribattezza “il maestro di veleni” perché immagina che quella possa essere l’occupazione di quel misterioso individuo. Lo straniero non si vede mai in giro, esce solo per andare al negozio a fare provviste. Perché si è trasferito qui? Che lavoro fa? Un giorno, poco prima che l’unica strada che collega il paese con il resto della valle venga chiusa per una valanga, succede qualcosa che richiede tutta l’attenzione di Ari e di suo padre. Una coppia, marito e moglie, scompare. Gli abitanti cominciano a sospettare che lo straniero li abbia uccisi… Toccherà ad Ari e a suo padre risolvere il mistero. Età di lettura: da 11 anni.

L’amica fantasma (Italiano) Copertina flessibile – 8 aprile 2021 – PELLEDOCA EDITORE

di Sabrina Rondinelli (Autore), Andrea Calisi (Illustratore)

Camilla e Mia, amiche del cuore, hanno fatto un patto: niente e nessuno potrà dividerle. L’amicizia tra le due ragazze è piuttosto esclusiva. Soprattutto Camilla si dimostra gelosa di Mia: la vuole tutta per sé e non accetta che altre si intromettano tra loro. Perciò quando entra in scena Betty si sente tradita. Giorno dopo giorno, Mia si allontana. Ma il vero motivo del cambiamento di Mia è un altro. Camilla non è una ragazza reale. È morta due mesi prima; è soltanto un ricordo che vive ancora nella fantasia dell’amica. E come tutti i ricordi, con il trascorrere del tempo, è destinato ad affievolirsi. Man mano che Mia la dimentica, Camilla inizia a svanire. Mia è combattuta tra i sensi di colpa e il desiderio di ricominciare la sua vita, mentre Camilla non ci sta a morire una seconda volta e diventa sempre più soffocante, invadente, pericolosa… Età di lettura: da 9 anni.

La scuola sotto albero (Italiano) Copertina flessibile – 15 aprile 2021 – TERRA SANTA

di Luciana Breggia (Autore), Paola Formica (Illustratore)

In un villaggio, funestato da un cataclisma che ha sconvolto le abitudini degli abitanti, arriva un nuovo maestro, che comincia subito a fare tanti cambiamenti: le aule vengono ridipinte dai bambini a colori vivaci, mentre il prato sotto il grande albero dinanzi a scuola sarà l’Aula Magna dove si ritroveranno tutte le classi. Iniziano così le lezioni, che riguardano i saperi più diversi: dall’attenzione alle parole e ai mutamenti linguistici alla coltivazione di un piccolo orto; dall’illustrazione della sintesi clorofilliana all’affascinante storia dei numeri. Le lezioni di Natura insegnano la pazienza e l’attenzione verso il seme che germoglierà e la bellezza delle differenze. Le lezioni di Cielo si svolgono di sera, nelle notti primaverili, e i ragazzi sono invitati a osservare le costellazioni con un telescopio che il maestro ha installato sul tetto della scuola. La notizia dei metodi poco ortodossi del nuovo insegnante mette in agitazione alcuni genitori che un giorno decidono di andare a parlare a questo strano maestro… Età di lettura: da 6 anni.

E questo è tutto! Fatemi sapere quale romanzo vi ispira di più e se ho dimenticato qualche bella novità di prossima uscita!

<p value="<amp-fit-text layout="fixed-height" min-font-size="6" max-font-size="72" height="80">Ci vediamo alla Prossima!Ci vediamo alla Prossima!

Foto di Alexandr Podvalny da Pexels

Pubblicato in: Parliamo un po'

Nel Regno dei Bookblogger!

L’anima di un individuo risiede nei libri che legge”

Rinaldo Sidoli

I bookblogger sono oramai una realtà consolidata del mondo dell’editoria. La maggior parte delle case editrici e degli autori si avvale della loro collaborazione per presentare le nuove uscite (anche se molti bookblogger preferiscono parlare solamente dei libri che comprano).

Bookstagrammer, booktuber, bookinfluencer, chiamateli come volete, da un pò di tempo a questa parte sono diventati un vero fenomeno social. Ma chi sono davvero?

Anche se spesso vengono confusi con i critici letterari (ed è scorretto farlo, in quanto questi ultimi scrivono per le riviste letterarie e vengono pagati per farlo), in realtà i bookblogger non sono altro che persone comuni con una passione sfrenata per i libri. Avendo l’esigenza di condividere con altri le loro emozioni e le loro impressioni, si avvalgono dei blog e dei social.

Lo so qual è la domanda che vi frulla per la testa in questo momento: “Allora anche io, che leggo un sacco di libri, posso diventare un bookblogger?” Mmm, . Nel senso, è vero che chiunque di voi potrebbe aprire un sito web e mettersi a parlare di libri, ma siete sicuri che sareste capaci di comunicare nella maniera più corretta e di impegnarvi seriamente? Secondo me, infatti, non basta solo la passione per diventare un bookblogger, ma ci vuole molto altro: personalità, impegno, dedizione, talento. Io, per esempio, sono diventato un bookblogger di libri per ragazzi dopo un lungo percorso iniziato qualche anno fa, grazie a vari racconti pubblicati sulle riviste per ragazzi (Gbaby e FocusPico) e la pubblicazione di un libro fantasy. Solamente dopo essermi fatto le ossa ho provato a chiedere delle collaborazioni agli editori, presentando i miei vari social e motivando il mio interesse verso le loro opere.

Ho pensato di presentarvi 14 profili di bookblogger che io seguo su Instagram e su altri social. Se noterete, tra le mie preferenze non ci sono profili con numeri altissimi (salvo rare eccezioni) perché io non bado molto al numero dei followers che hanno, ma, come ho detto sopra, quello che a me piace è l’impegno e la passione che ci mettono quando parlano di un libro.

Foto di Lum3n da Pexels

Dico subito che per sceglierli ho sudato sette camicie e che la mia intenzione non è quella di privilegiare alcuni e di snobbare gli altri, ci mancherebbe, ma è anche vero che non potevo fare una lista infinita e accontentare tutti, per cui, se non vedete i vostri beniamini su questo articolo, vi prego non odiatemi: rimedierò in futuro con un secondo articolo! Anzi, se vi va, lasciatemi nei commenti i profili dei vostri bookbloggers preferiti così inizierò a seguirli anche io!

Per rendere l’articolo più simpatico, ho chiesto alle persone coinvolte di scegliere due delle cinque domande da me proposte. Questo ha dato a ciascuno la possibilità di presentasi al meglio.

Ecco qui le domande:

  • Come mai hai scelto questo nome per il tuo canale?
  • Qual è stata la collaborazione più bella fatta finora?
  • Qual è stato il tuo primo libro recensito? Parlamene un po’!
  • Consiglia i tuoi tre libri preferiti.
  • Oltre a essere un bookblogger, cosa fai nella vita?

Curiosi di sapere quale domande hanno scelto i nostri bookblogger? Non ci resta che scoprirlo insieme! E attenzione! Alla fine dell’articolo, ci sarà anche un video speciale che ho preparato apposta per voi!


chicklit.italia – LEA LANDUCCI 📚 #chicklititalia

  • Come mai hai scelto questo nome per il tuo canale?

Il nome è legato al motivo per il quale ho iniziato la mia esperienza da Bookblogger: ho scoperto che su internet non esisteva uno spazio italiano che parlasse solo del genere Chick Lit. Successivamente mi sono accorta che in giro questo genere viene denigrato e tacciato di scontato e superficiale. Ho pensato: WTF! Ho comprato subito il dominio chicklit.it per il blog e ho aperto su Instagram chicklit.Italia

  • Oltre a essere un bookblogger, cosa fai nella vita?

Davvero lo vuoi sapere? Sono un ingegnere informatico con un dottorato in Social Emerging Media e un master in social media marketing MA di mestiere faccio l’attrice e l’insegnante di improvvisazione teatrale, oltre che la scrittrice di romance Chick Lit per Sperling & Kupfer. Sono il presidente dell’associazione di promozione sociale Attouno e la co-fondatrice di LGP | graphics & more che offre servizi per la promozione editoriale digitale. Poi a volte respiro, leggo e guardo serie TV


living_throughbooksVIVO ATTRAVERSO I LIBRI

  • Qual è stato il tuo primo libro recensito? Parlamene un po’.

Il primo libro che ho recensito è un racconto: Disgrace of Blood. Si tratta del prequel di Claus, saga dark fantasy di Andrea R. Ciaravella. Questa collaborazione la porterò sempre nel cuore, non solo perché è stata la prima e perché ho amato lo stile di Andrea, ma anche perché con lui è nata un’amicizia che ormai va avanti da quasi un anno. Pochi mesi fa, inoltre, ho avuto l’opportunità di leggere e recensire il suo nuovo romanzo “Progetto S: cercavo un titolo figo e ho trovato questo” ed è sicuramente uno dei libri più originali che abbia mai letto.

  • Oltre a essere una bookblogger, cosa fai nella vita?

Ovviamente quello della bookblogger per me è solo un hobby che porto avanti per passione. Nella vita invece studio lingue e a febbraio finalmente mi laurererò. Sono davvero felice di questo traguardo, poiché lo anelo da molti anni. Oltre a studiare, mi diletto nella scrittura. Da quattro anni circa, infatti, scrivo come articolista freelanfreelance in ambito videoludico per alcuni siti web, l’ultimo dei quali è Gogo Magazine. I videogiochi sono un’altra mia grande passione e proprio per questa ragione ho aperto la rubrica “Letture videoludiche con Claudia”.


simonaffabile -SIMONA AFFABILE

  • Quali sono i tuoi tre libri preferiti?

Uh mamma, solo tre?? Visto che sui tuoi canali si parla di fantasy per ragazzi, credo che i miei preferiti siano la saga di Harry Potter, “A me le guardie!” di Terry Pratchett e anche la saga del Sognatore di Laini Taylor. In realtà, però, ce ne sono tanti altri… come Il Sommo Incantatore, Le Cronache di Spiderwick, alcuni di Licia Troisi, “Questo non è un romanzo fantasy!” (e tanti altri di cui starò sicuramente dimenticando i nomi). Senza contare Sir Blake, ovviamente. Di cui non vedo l’ora di leggere il seguito!

  • Qual è stato il tuo primo libro recensito? Parlamene un po’.

Iniziamo dicendo che sono dovuta andare sul canale Youtube perché non ricordavo assolutamente quale fosse! “Graceling” di Kristin Cashore. Ecco, questo è un altro libro per ragazzi/YA molto carino. Lo comprai tanti anni fa perché la copertina mi fece letteralmente impazzire! Senza contare che la trama mi sembrava interessante! Non mi ha delusa, vale la pena di essere letto.


lalibridinosaLAURA 📚 BOOKBLOGGER 🖋

  • Come mai hai scelto questo nome per il tuo canale?

Ho scelto il nome Libridinosa ricordando un racconto di De Crescenzo contenuto nel suo “Il caffè sospeso” in cui parlava, appunto, delle caratteristiche di un Libridinoso, quindi una persona affetta da passione per i libri!
Mi sembrava un nome adatto a me e soprattutto incisivo e facilmente memorizzandole!

  • Oltre a essere un bookblogger, cosa fai nella vita?

Nella vita faccio la moglie, la mamma, la casalinga, il che, come ogni donna sa, implica una quantità di cose infinite!


fatinadeilibri – FRANCESCA RUGGIU TRAVERSI

  • Come mai hai scelto questo nome per il tuo canale?

Un libraio conosciuto anni fa, in occasione di alcuni incontri nelle scuole primarie con i bambini per parlare dei miei libri, di lettura e di scrittura, mi diede il soprannome “Fatina dei libri”, che mi piacque molto. Così decisi di utilizzarlo per la mia pagina Instagram dedicata ai libri. Leggendo soprattutto letteratura per l’infanzia e per ragazzi, mi sembra molto appropriato. Mi sento a mio agio con questo nome, rispecchia il mio animo fanciullesco.

  • Oltre a essere una bookblogger, cosa fai nella vita?

Nella vita mi dedico alla scrittura di storie per ragazzi. Sono autrice di diversi libri pubblicati con Edizioni EL/Einaudi ragazzi, uno con Edizioni Paoline e uno con PubMe Segreti in giallo. La scrittura è infatti una delle mie passioni più grandi, insieme alla lettura.


booksandtravels_clem – CHIARA, PARLO DI LIBRI.

  • Consiglia i tuoi tre libri preferiti.

Il genere che leggo maggiormente è il fantasy, quindi non sarà strano trovare un saga fantasy tra i miei libri preferiti. Sarò scontata, ma la saga di Harry Potter è stata fondamentale per farmi appassionare alla lettura sin da piccola. È un porto sicuro dove rifugiarmi, la amo con tutto il mio cuore perché ha saputo rendere magica la mia vita.
Inserisco poi tra i miei libri preferiti due romanzi di narrativa, il grandissimo classico Il Giovane Holden, una meravigliosa storia di formazione che ho riletto circa mille volte. Mi ha insegnato tanto, specialmente che nessuno di noi è sbagliato e che è assolutamente normale sentirsi fuori posto.
Infine, Molto forte, incredibilmente vicino, una storia ricca di emozioni fortissime che consiglio caldamente a chiunque.

  • Oltre a essere un bookblogger, cosa fai nella vita?

Nella vita, oltre che recensire romanzi qui su Instagram sono una studentessa all’ultimo anno di Psicologia Scolastica, oltre che una mamma.
Vorrei lavorare coi bambini con disturbi del neurosviluppo.


booksdisney – ELEONORA STA LEGGENDO

  • Qual è stata la collaborazione più bella fatta finora?

La collaborazione migliore fatta finora è sicuramente quella con Paolo La Paglia. Innanzitutto perché mi è stata richiesta il giorno stesso in cui ho conosciuto il libro. Già da questa coincidenza ho capito che sarebbe stata una lettura piacevole, e così è stato. Ho amato il libro tantissimo, ho sclerato con l’autore su storia, personaggi e avvenimenti, fino a scoprire due passioni in comune: gli zombie e the walking dead. Io l’ho spinto a leggere i fumetti, e lui mi ha avviata ai romanzi, che spero di recuperare al più presto. È nata una preziosa amicizia, e sono davvero felicissima di aver collaborato con lui. Non vedo l’ora di rifarlo in futuro!

  • Consiglia i tuoi tre libri preferiti.

Non posso dire di avere dei libri preferiti, o meglio, ne ho, ma sono tantissimi. Tra i tre migliori del 2020 posso sicuramente mettere Post Mortem (sempre di Paolo!), Jack Atto I di Simon Schiele e Fantazia’s Carnival di Yumi. Tutti e tre letti per delle collaborazioni, mi sono entrati nel cuore e non ne usciranno mai. Me ne sono innamorata


labiblionauta – SIMONA 🌻 LIBRI

  • Qual è stata la collaborazione più bella fatta finora?

Direi forse una di quelle a cui tengo di più: è quella con Edizioni Le Assassine, una piccolissima casa editrice milanese che pubblica gialliste.

  • Qual è stato il tuo primo libro recensito? Parlamene un po’.

Nel lontano 2009 avevo iniziato un progetto di lettura dei classici greci e il primo libro di cui ho parlato (perché recensione mi sembra un po’ pretenzioso visto il titolo che sto per menzionare) è stata l’Iliade nella bellissima edizione in prosa di Maria Grazia Ciani. L’Iliade non ha bisogno di presentazioni, ma consiglio vivamente a tutti quelli che vorrebbero leggerla ma sono intimoriti dal poema epico, di provare prima la prosa. C’è anche dell’Odissea e secondo me sono veramente di impatto.


_.fandom_time._ – GIUSEPPE | BOOKSTAGRAMMER

  • Consiglia i tuoi tre libri preferiti.

Consiglio un sacco “Chiamami col tuo nome” a tutte le persone che vogliono vivere una storia d’amore pura e intensa (e in particolar modo a chi vuole versare un po’ di lacrime). Invece per chi vuole sognare e abitare in un grande regno pieno di ville circondate da giardini immensi, consiglio assolutamente la trilogia de “La Corte di Rose e Spine”. Infine chi vuole immedesimarsi nella vita di una ragazza dal cuore d’acciaio, pronta a tutto pur di raggiungere i suoi obiettivi, consiglio di leggere la trilogia di “Nevernight”. Ovviamente sono prontissimo a sclerare con tutti perché ogni libro ha dei colpi di scena spettacolari e bisogna parlarne!

  • Oltre a essere un bookblogger, cosa fai nella vita?

Oltre a diffondere del trash su Instagram e un po’ anche su TikTok, sono uno studente delle superiori. Attualmente frequento il quarto anno di un istituto tecnico e studio prevalentemente informatica. Anche se qualche anno fa ho scelto di percorrere questa strada, ora sono di fronte ad un bivio: da una parte potrei continuare gli studi nel settore informatico, mentre dall’altra mi aspetta un sentiero che mi condurrà alla facoltà di psicologia. Siccome sono un ragazzo dalle mille personalità non so ancora quale sarà la scelta finale e lo scoprirò solo vivendo!


unteconlapalma – PALMA 📚📚📚 #BOOKBLOGGER

  • Come mai hai scelto questo nome per il tuo canale?

Domanda molto gettonata perché mi rendo conto di aver scelto un nome per il mio canale piuttosto strana. Un tè con la Palma richiama diversi fattori: la trasposizione del mio personaggio preferito (tanto da ricevere un secondo nome come la Cappellaia Matta) e la grande passione di quest’ultimo, cioè bere il tè (bevanda preferita in abbinamento alla lettura).

  • Oltre a essere un bookblogger, cosa fai nella vita?

Sono laureata in Interior Design e collaboro come professionista presso uno studio d’architettura a Bari per progettazione e vendita di appartamenti per privati e locali commerciali. Lavoro nell’editoria attraverso la realizzazione e ideazione di grafiche per autori auto-pubblicati e case editrici (impaginazione, copertine, illustrazioni e banner pubblicitari).


a_quiet_azzu – 🌿AZZURRA PASQUALI 🍂

  • Come mai hai scelto questo nome per il tuo canale?

“A_quiet_azzu” è un mix tra il mio soprannome Azzu diminutivo di Azzurra e il titolo di uno dei miei film preferiti: “a quiet place – un posto tranquillo”. Ho aperto la pagina a fine 2019 dopo diversi anni in cui avevo dedicato anima e corpo alla gestione di un’associazione sportiva dilettantistica e nel pieno della baraonda organizzativa del mio matrimonio.
Avevo quindi bisogno di creare uno spazio completamente mio dove poter parlare delle mie passioni, lettura e scrittura, in tranquillità e senza frenesia.

  • Consiglia i tuoi tre libri preferiti.

È difficile fare solo una top 3, ma senza dubbio posso inserire:
“La straniera” di Diana Gabaldon che definirei fantasy storico di cui mi ostino a non guardare la serie tv per non sovrapporre gli attori a come ho immaginato io i personaggi, da leggere per la forza d’animo della protagonista.
“La lunga marcia” di King che si potrebbe classificare tra i distopici, da leggere sulla scia di Battle Royale e Hunger Games.
“Pan” di Francesco Dimitri un Urban fantasy tutto italiano, da leggere per osservare come la magia e la meraviglia torneranno a invadere la nostra realtà.


federica_books – FEDERICA SORRENTI

  • Consiglia i tuoi tre libri preferiti.

1. IT di Stephen King
2. Saga di Shadowhunters
3. Il piccolo principe

  • Oltre a essere una bookblogger, cosa fai nella vita?

Sono una studentessa universitaria. In particolare sto frequentando la specialistica di biotecnologie mediche.

la.effe.scrittrice – LA EFFE SCRITTRICE🌻📚✒

  • Consiglia i tuoi tre libri preferiti.

1) Le cronache del Mondo emerso di Licia Troisi. Una saga fantasy per ragazzi, che mi ha accompagnata in un momento particolare della mia adolescenza. Nihal è una protagonista forte e determinata, che cresce e matura durante la lettura, fino a diventare un esempio di coraggio e amore.
2) Notti di rugiada di Giulia Esse. Un romanzo fantasy ispirato alla cultura cinese, in cui due sorelle cercano vendetta contro chi ha causato la morte del padre. Due ragazze molto diverse tra loro, che scopriranno quanto può essere amara la vendetta e quanto siano forti l’amore e il perdono.
3) L’ombra del vento di Carlos Ruiz Zafón. Un romanzo ambientato in Spagna, dove l’amore per i libri è messo al primo posto. Pieno di mistero, di amore e di legami che sconvolgono il lettore. Un libro che dovrebbero leggere tutti!

  • Oltre a essere una bookblogger, cosa fai nella vita?

Al momento non lavoro, ma mi dedico principalmente alla scrittura. Scrivo da circa 11/12 anni, soprattutto romanzi Urban Fantasy, rivolti sia ad un pubblico giovane che più adulto. Amo scrivere e continuerò a farlo sempre. La scrittura mi ha salvata dal periodo più cupo della mia vita, e le sono grata. Ho in programma una nuova uscita a breve e ci sto lavorando con dedizione, sperando che il pubblico saprà apprezzare.


the_bookmark_87 – MARCO

  • Qual è stata la collaborazione più bella fatta finora?

Con l’arrivo dei primi 1000 follower ho iniziato a ricevere parecchie richieste di collaborazioni da parte di autori emergenti per lo più, tra le letture più belle c’è sicuramente quella di Gabriele Guerrini che ha scritto un libro sorprendente.
Non è una vera e propria collaborazione ma anche il lavoro fatto con Dario Fedele per il crowdfunding del suo primo libro è stata una delle esperienze migliori.

  • Oltre a essere un bookblogger, cosa fai nella vita?

Nella vita sono un ragazzo normalissimo, gay, nerd, amante della cucina e della scrittura. Sto ultimando il mio primo romanzo fantasy sperando possa piacere a qualche casa editrice. Amo i boardgame complessi e strategici, convivo da 10 anni con il mio compagno e per sopravvivere lavoro in una nota azienda dolciaria ma non voglio fargli pubblicità quindi mi basterà dire “che mondo sarebbe senza…”. Scherzi a parte, sono davvero una persona semplicissima e disponibile alla conversazione e ad aiutare il prossimo. Sono una buona persona? Forse, diciamo che faccio il possibile per esserlo.


Ringrazio tutti i bloggers che hanno accettato il mio invito e che hanno risposto alle mie domande con grande umiltà.

Come promesso, vi lascio con il video che ho girato per l’occasione e che potrebbe essere utile sia per chi vuole entrare nel mondo dei bookblogger, sia per chi è un autore e vorrebbe chiedere delle collaborazioni.

Noi ci vediamo alla prossima!

Lorenzo

Pubblicato in: Parliamo un pò

I libri per ragazzi che vedremo (Novembre/Dicembre 2020)

Siamo nel periodo più bello dell’anno: l’Autunno.

Le foglie sono colorate di giallo e di rosso, nell’aria si sente il profumo del Natale e le Case Editrici riscaldano i motori in attesa di pubblicare i nuovi libri che andranno a allietare le nostre giornate nei mesi invernali.

Quali novità ci aspettano? Ho selezionato per voi alcuni titoli che sembrano promettere bene e che mi piacerebbe molto leggere e recensire (case editrici in ascolto, prendete nota della mia richiesta!), perciò, bando alle ciance e mettetevi comodi, perché stiamo per dare un’occhiata a quello che verrà pubblicato nei prossimi due mesi !

L’Ickabog (Italiano) Copertina rigida – 10 novembre 2020 – Salani Editori

di J. K. Rowling (Autore), V. Daniele (Traduttore)

C’era una volta un regno chiamato Cornucopia. Una minuscola nazione ricca e prospera, famosa per i suoi formaggi, gli ottimi vini, i dolci deliziosi e le salsicce succulente. Sul trono siede un sovrano benevolo, Re Teo il Temerario, le cui giornate trascorrono pigre, tra banchetti sontuosi e battute di caccia, con la fida compagnia dei suoi lord, Scaracchino e Flappone. Tutto è perfetto… O quasi. Secondo la leggenda, infatti, un terribile mostro è in agguato nelle Paludi del Nord. Ogni persona di buonsenso sa che l’Ickabog è solo una leggenda inventata per spaventare i bambini. Ma le leggende sono strane e a volte prendono una vita propria… Quando questo accade, toccherà a due giovani amici, Robi e Margherita, affrontare un’incredibile avventura e svelare una volta per tutte dove si nasconde il vero mostro. Solo così speranza e felicità potranno tornare a Cornucopia. Età di lettura: da 6 anni.

Peter Pan. Ediz. deluxe (Italiano) Copertina flessibile – 19 novembre 2020 L’Ippocampo Ragazzi

di James Matthew Barrie (Autore), MinaLima (Illustratore)

Il classico integrale di J. M. Barrie viene sublimato in questa edizione deluxe dalle illustrazioni e dai pop-up progettati dallo studio MinaLima. Per più di un secolo, Peter Pan, il ragazzo che sa volare e non cresce mai, e Wendy hanno catturato il cuore di generazioni di lettori. In questa incantevole edizione, il Paese che non c’è e i suoi magici abitanti, i Ragazzi smarriti, Capitan Uncino, Giglio tigrato e l’amata Campanellino riprendono vita. Una mappa del Paese che non c’è, un orologio con le lancette a forma di coccodrillo, l’ombra di Peter e altri fantastici elementi cartotecnici permettono di volare con lui nella fantastica Neverland. MinaLima Design è stato fondato da Miraphora Mina e Eduardo Lima, noti per la loro decennale partecipazione ai film della saga di Harry Potter, di cui hanno plasmato l’identità grafica. Dal loro studio londinese continuano a raccontare storie attraverso progetti grafici dedicati all’editoria o a film come Sweeney Todd, The Imitation Game e Animali fantastici. In questa collana di pregio rivisitano i classici della letteratura per ragazzi con strabilianti elementi interattivi.

Emil (Italiano) Copertina rigida – 12 novembre 2020 – Salani Editore

di Astrid Lindgren (Autore), B. Berg (Illustratore), A. Palme Larussa Sanavio (Traduttore)

Si pensa che soprattutto in una casa moderna, con prese elettriche, gas, balconi altissimi un bambino possa mettersi in pericolo: Emil vive in una tranquilla casa di campagna, ma riesce a ficcare la testa in una zuppiera e a rimanervi incastrato, a issare la sorellina Ida in cima all’asta della bandiera, e a fare una tale baldoria alla fiera del paese che i contadini decideranno di organizzare una colletta per spedirlo in America e liberare così la sua povera famiglia. Ma questo succederà nel prossimo libro di Emil, perché ce ne sarà un altro, anzi due, tante sono le sue monellerie. Età di lettura: da 7 anni.

Golfo (Italiano) Copertina flessibile – 5 novembre 2020 – Camelozampa

di Robert Westall (Autore), S. Saorin (Traduttore)

Il fratellino di Tom, Figgis, ha uno strano dono: riesce a entrare letteralmente nei panni di persone che non ha mai conosciuto e che possono vivere anche a migliaia di chilometri di distanza. Ma quando scoppia la Guerra del Golfo, il collegamento empatico che Figgis stabilisce con un bambino-soldato iracheno rischia di annientarlo e mette a dura prova la sua famiglia.

Gioia e il velo di Iside. Ediz. a colori (Italiano) Copertina rigida – 29 ottobre 2020 – Mimebù

di Laura Novello (Autore)

Alcuni desideri sono così potenti che vengono spediti nell’Universo a una velocità incredibile. Quando Gioia chiede che i suoi piedini con quelle strane dita gemelle spariscano, nella sua cameretta compaiono il Magnifico Mostro Mangia Piedi, la dolce PiedinFata e Desiderio. Il sogno sta per avverarsi, se non fosse per due loschi cercatori di tesori che rapiscono la bambina per condurla fino in Egitto, nella terra di Iside, la dea che secondo la leggenda possiede un preziosissimo velo. Tre magici aiutanti, l’affetto smisurato di due genitori e l’astuzia di una bambina prescelta basteranno a risolvere il mistero che si cela tra le sabbie del deserto? Età di lettura: da 7 anni.

Harry Potter e la pietra filosofale. Ediz. papercut (Italiano) Copertina rigida – 12 novembre 2020 – Edizioni Salani

di J. K. Rowling (Autore), S. Bartezzaghi (a cura di), M. Astrologo (Traduttore)

All’inizio di questa storia, la vita di Harry Potter non è poi così magica: vive con i perfidi Dursley al numero 4 di Privet Drive, dorme nel ripostiglio del sottoscala e non ha praticamente mai festeggiato il suo compleanno. Finché un gufo gli consegna una misteriosa lettera: è stato ammesso alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, un luogo straordinario. Lì Harry troverà non solo amici, scope volanti e magia un po’ ovunque – dalle lezioni al cibo -, ma andrà anche incontro al suo eccezionale destino… sempre che riesca a sopravvivere a quello che lo aspetta. Età di lettura: da 10 anni.

Le mirabolanti avventure di Lovelace e Babbage (Italiano) Copertina rigida – 17 novembre 2020 – Mondadori

di Sydney Padua (Autore), M. M. Casetti (Traduttore)

“Le mirabolanti avventure di Lovelace e Babbage” mette in scena una deliziosa realtà parallela in cui Lovelace e Babbage costruiscono la macchina differenziale e la usano per creare modelli economici imbizzarriti, eliminare il flagello degli errori di stampa, esplorare i regni nascosti della matematica e, ovviamente, combattere il crimine. Corredato di curiosità storiche, dettagliate note in calce, nuovi e originali diagrammi del computer a vapore di Babbage. E pistole a raggi fotonici. Età di lettura: da 10 anni.

Il segreto delle gemelle. Fairy Oak: 1 (Italiano) Copertina rigida – 29 ottobre 2020 – Salani Editore

di Elisabetta Gnone (Autore), A. Martusciello (Illustratore), C. Prati (Illustratore), C. Giampaglia (Illustratore)

Fairy Oak è un villaggio magico e antico nascosto fra le pieghe di un tempo immortale. A volerlo cercare, bisognerebbe viaggiare fra gli altopiani scozzesi e le brughiere normanne, nelle valli fiorite della Bretagna, tra i verdi prati irlandesi e le baie dell’oceano. Il villaggio è abitato da creature magiche e uomini senza poteri, ma è difficile distinguere gli uni dagli altri, poiché maghi, streghe e cittadini comuni abitano le case di pietra da tanto di quel tempo che ormai nessuno fa più caso alle reciproche stranezze e tutti si somigliano un po’. A parte le fate, che sono molto piccole, luminose e… volano. Questa storia è raccontata da una di loro e narra l’avventura straordinaria di due sorelle gemelle, Vaniglia e Pervinca… Età di lettura: da 8 anni.

Daniel Dante e la compagnia del Lumen Magico – 30 Ottobre 2020 – La Ruota Edizione

Silvio Coppola (autore)

Daniel Dante è un ragazzino di 11 anni, rampollo di una stirpe di librai veneziani. Ha tre amici inseparabili, con cui, per gioco, ha fondato la Compagnia del Lumen Magico. Lui non sa di avere poteri eccezionali, ma lo scoprirà con l’arrivo dal passato dell’affascinante Veronica Franco, poetessa e cortigiana del ’500 che gli svelerà di essere il Prescelto. Daniel avrà, infatti, il compito di guidare l’umanità a livelli superiori di conoscenza e di ritrovare il De Occulta Mathematica, il testo di un matematico del ’300 misterioso e apparentemente introvabile che, una volta recuperato, lo aiuterà nella sua missione. Il giovane Prescelto non sarà solo in questa avventura ma, oltre ai suoi amici e familiari, arriveranno in suo aiuto dal passato altri Guardiani del Tempo, tra cui, Casanova e Vivaldi.

Età di lettura: dai 10 anni.

Il piccolo regno nel bosco (Italiano) Copertina flessibile – 1 gennaio 2020 – La Spiga Edizioni

di Lilith Moscon (Autore), Ilaria Falorsi (Autore)

La principessa Gea vuole un vestito con un manto lungo quanto il suo regno. Come non soddisfare le richieste di una principessa? Tutti si danno subito da fare… Lo gnomo Autunno, lo gnomo Inverno, la gnoma Primavera, la gnoma Estate: le portano il loro vestito più bello. Una fiaba poetica e divertente per scoprire il fascino sempre nuovo delle quattro stagioni.  

Rodrigo Gambarozza e Scricciolo il suo scudiero (Italiano) Copertina rigida – 10 novembre 2020 – DEA

di Michael Ende (Autore), Wieland Freund (Autore), R. Kehn (Illustratore), A. Carbone (Traduttore)

Tutti conoscono Rodrigo il Burbero, tutti lo temono. Lui è il cavalier predone più pericoloso del mondo: nessuno vorrebbe mai incrociare il suo cammino. Nessuno tranne Knirps, un ragazzino di dieci anni che sogna di diventare un grande scudiero. Lo scudiero più famoso di tutti i tempi, anzi, magari proprio lo scudiero del famigerato Rodrigo il Burbero. Nonostante i genitori siano contrari alle pericolose avventure, Knirps decide di lasciare casa e mettersi in viaggio per trovare il cavaliere. Ma l’incontro con Rodrigo si rivelerà straordinariamente diverso da quantoil ragazzino si sarebbe aspettato. Sì, perché Rodrigo in realtà è un gentiluomo, un cavaliere brontolone e timido che in realtà si è costruito la nomea di tagliagolesolo per tenere alla larga i seccatori… proprio come il piccolo Knirps. Come farà allora Rodrigo a sbarazzarsi di questo mocciosetto che pende dalle sue labbra e desidera a tutti i costi diventare il suo migliore amico?

Magnifica Mabel e il bruco magico (Italiano) Copertina rigida – 5 novembre 2020 – Lapis Edizioni

di Ruth Quayle (Autore), J. Christians (Illustratore), A. Valtieri (Traduttore)

Mabel è convinta di capire la lingua magica dei bruchi. Nella sua classe ce n’è uno, si chiama Steve e i bambini lo portano a casa a turno per prendersene cura. Ma quando tocca a lei, succede un disastro: Steve sparisce dalla sua gabbietta! Niente paura. Mabel tornerà in classe raccontando a tutti la verità: Steve è magico e si lascia vedere solo dalle persone speciali come lei, che infatti lo vede benissimo. In realtà non ha tutti i torti: il bruco si è solo chiuso nella sua crisalide, in attesa di trasformarsi in farfalla! Età di lettura: da 7 anni.

Malamander (Italiano) Copertina rigida – 5 novembre 2020 – Il Castoro

di Thomas Taylor (Autore), L. Bortoluzzi (Traduttore)

Probabilmente tu non credi al Malamander. Un uomo-pesce non può esister penserai. Immagino che questa storia non faccia per te. Herbert Lemon lavora come Ritrovatore di Oggetti Smarriti del Grand Nautilus Hotel, a Marina Infesta, e sa che restituire cose perse ai legittimi proprietari non è facile. Soprattutto quando la cosa persa non è affatto una cosa, ma una ragazza. Nessuno sa quel che è successo ai genitori di Violet dodici anni prima, ma quando coinvolge Herbert per aiutarla a ritrovarli, i due scoprono che la loro scomparsa potrebbe avere qualcosa a che fare con il leggendario mostro marino Malamander. Marina Infesta è un luogo misterioso, zeppo di strane storie e inspiegabili sparizioni. E Herbert e Violet non sono gli unici a caccia della verità… Età di lettura: da 11 anni.

Fuori c’è la guerra – Anne Frank e il suo mondo (Italiano) Copertina rigida – 1 dicembre 2020 – Einaudi Ragazzi

di Janny Van der Molen (Autore), M. Van der Linden (Illustratore), A. Patrucco Becchi (Traduttore)

Tutti conoscono la storia di Anne Frank. Milioni di ragazzi e di adulti hanno letto e continuano a leggere il suo diario. Attraverso dieci parole chiave, Janny van der Molen racconta con sensibilità la vita di Anne Frank ai lettori più giovani, dagli anni spensierati dell’infanzia fino alla sua tragica morte. Ne risulta un resoconto molto accurato, che grazie alla collaborazione con la Casa di Anne Frank resta aderente alle fonti e ai fatti storici. Il libro, illustrato da Martijn van der Linden, è arricchito dalle foto esclusive tratte dall’albo di famiglia dei Frank. Età di lettura: da 8 anni

L’isola del tesoro. Ediz. speciale (Italiano) Copertina rigida – 1 novembre 2020 – Logos

di Robert Louis Stevenson (Autore), R. Olmos (Illustratore)

In un giorno qualsiasi, di un inverno qualsiasi, alla porta della tranquilla locanda Ammiraglio Benbow si presenta uno strano marinaio. È alto e massiccio, ha il volto arso dal sole, le mani graffiate e porta con sé una grande cassa, a cui non vuole che nessuno si avvicini. Jim, il figlio dei gestori, è affascinato e allo stesso tempo spaventato da questa figura così cupa e misteriosa, che sembra dare confidenza soltanto a lui e continua a ripetergli di avvisarlo nel caso veda un marinaio con una gamba sola. Ben presto si scoprirà che l’insolito avventore è un terribile pirata, con un passato turbolento e una ciurma di furfanti che gli sta alle calcagna, mossa da intenzioni tutt’altro che amichevoli. Quando finalmente alcuni di loro riescono a scovarlo e irrompono nella locanda è troppo tardi: il vecchio Billy Bones è morto, la sua cassa è stata aperta e ciò che stanno cercando non si trova più al suo interno. Chi li ha preceduti è proprio Jim, che frugando tra gli averi del pirata in cerca del denaro che gli doveva per il soggiorno, ha trovato uno strano pacchetto, contenente un quaderno e… la mappa di un tesoro nascosto! Grazie all’aiuto del medico e del notabile della contea, Jim si imbarca in un’incredibile avventura in cui dovrà dare prova delle sue qualità. Età di lettura: da 9 anni.

Il super miracoloso viaggio di Freddie Yates (Italiano) Copertina rigida – 27 ottobre 2020 – Il Battello a Vapore

di Jenny Pearson (Autore), R. Biddulph (Illustratore), L. Grassi (Traduttore)

A Freddie Yates piacciono i fatti. Che sia sapere che la chiocciola zigrinata ha più di 14.000 denti, che le api a volte si ubriacano, o che il campanello elettrico è stato inventato nel 1831, l’importante nella vita è avere delle certezze. Ma tutte queste certezze si infrangono quando legge il certificato di nascita che riporta il nome del suo padre biologico. Insieme ai suoi due migliori amici Charlie e Ben, disposti a tutto pur di evitare le stramberie estive delle rispettive famiglie, Freddie si mette quindi in viaggio alla ricerca del misterioso Alan McRanock. Certo, Freddie non poteva immaginare che avrebbero partecipato a un’abbuffata di cipolle crude, che avrebbero assistito a esplosioni di gabinetti, e ancor meno che sarebbero finiti su tutti i giornali vestiti da supereroi! Ma i viaggi non portano mai dove ci si aspetta e non sempre basta conoscere i fatti per trovare tutte le risposte. Età di lettura: da 10 anni.

Un drago in biblioteca (Italiano) Copertina flessibile – 29 ottobre 2020 – EdiCart

di Louie Stowell (Autore), D. Ortu (Illustratore)

Kit detesta leggere. Preferirebbe di gran lunga giocare all’aria aperta piuttosto che stare chiusa in casa in compagnia di un libro. Ma quando un giorno Josh e Alita la trascinano in biblioteca fa una scoperta incredibile. Presto toccherà proprio a lei e ai suoi amici salvare la biblioteca… e il mondo intero! Età di lettura: da 8 anni.

Ossidea. La tetralogia completa (Italiano) Copertina flessibile – 12 novembre 2020 – Salani Editore

di Tim Bruno (Autore)

Visionaria, epica, fiabesca. La raccolta completa della saga fantasy che ha conquistato i giovani lettori con il suo intreccio di mondi, creature e lingue fantastiche. Età di lettura: da 9 anni

Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo. La saga completa (Italiano) Copertina rigida – 3 novembre 2020

di Rick Riordan (Autore), L. Baldinucci (Traduttore)

Le straordinarie avventure del giovane semidio Percy Jackson alle prese con divinità capricciose e vendicative, oscure profezie e mostri infernali che prendono vita tra le strade di New York. La saga più amata di Rick Riordan in un unico volume: Il ladro di fulmini, Il Mare dei Mostri, La maledizione del Titano, La battaglia del Labirinto, Lo scontro finale. Età di lettura: da 12 anni.

La caduta del sole di ferro. N.E.O.: 1 (Italiano) Copertina flessibile – 11 novembre 2020

di Michel Bussi (Autore), A. Bracci Testasecca (Traduttore)

Una catastrofe ambientale ha spopolato il mondo. A Parigi gli unici sopravvissuti sono due gruppi di dodicenni, i ragazzi del tepee e i ragazzi del castello. Cresciuti senza genitori e senza l’assistenza di nessun adulto, i ragazzi del tepee sono una tribù abbastanza selvaggia che vive nella torre Eiffel tappezzata di pelli (il tepee, appunto) e si nutre andando a pesca sulla Senna o a caccia al Bois de Boulogne nel frattempo diventato una foresta. Anche i ragazzi del castello (il Louvre) sono cresciuti senza adulti, ma fin dalla loro nascita si sono ritrovati inseriti in un sistema di apprendimento che ha consentito loro di sviluppare un’organizzazione di vita diametralmente opposta a quella del tepee: sono vegetariani, coltivano loro stessi gli ortaggi che mangiano, sono istruiti. I due gruppi, pur sapendo dell’esistenza l’uno dell’altro, non sono mai venuti in contatto. A cambiare quello stato di tregua prolungata basato sulla reciproca diffidenza interviene uno strano avvelenamento dell’ambiente che comincia a sterminare uccelli e piccoli mammiferi. I ragazzi del tepee sono convinti che a diffondere il veleno siano quelli del castello. La guerra sembra inevitabile.

L’Era della Luna Rossa – L’ultimo oracolo. Copertina flessibile – 6 Novembre 2020 – I.D.E.A.

Pietro Ferruzzi (Autore)

Le Ere si susseguono ma la leggenda della Luna Rossa è ormai un campanello d’allarme troppo forte da ignorare, soprattutto dopo l’ultimo oracolo di Alison.

Arya e Kurt, in groppa ai loro draghi, gireranno il mondo per cercare le avvisaglie del nuovo male che attaccherà Oppas, non si sa dove o quando. Stringeranno alleanze, sventeranno attacchi e cercheranno di mettere da parte le antipatie e le ostilità in favore della pace. Riusciranno a fermare per tempo le nefaste previsioni dell’ultimo oracolo?

Pietro Ferruzzi vi guiderà nell’ultimo capitolo di questo ciclo di storie epicfantasy.

E questo è tutto.

Fatemi sapere se avete già adocchiato qualche titolo o se ne ho dimenticato qualcuno. In caso, scrivetemelo pure nei commenti e vedrò di inserirlo!

Ci vediamo alla prossima!

(Per la foto dell’articolo, ringrazio Josh Hild https://www.pexels.com/it-it/foto/luce-paesaggio-uomo-arte-4256852/)

Pubblicato in: Parliamo un pò

Perchè la letteratura per ragazzi può diffondersi grazie a TikTok

Da qualche anno a questa parte, un altro Social ‒ l’ennesimo, direte voi ‒ è entrato a far parte della nostra quotidianità: sto parlando di TikTok, da molti criticato e da tantissimi altri amato.

C’è chi lo stronca a priori, senza nemmeno visionarne i contenuti, chi è convinto che sia solo una stupidata dove la gente canta e balla. Beh, vi dico la verità: anche io la pensavo così all’inizio, o meglio, credevo che fosse un Social rivolto ai bambini per cui, per molto tempo, me ne sono tenuto alla larga.

In realtà però, qualche volta davo una sbirciatina per capire il perché di tanto successo; così, a poco a poco, ho iniziato finalmente a capirlo.

Ma cosa c’entra TikTok con il mio sito che in teoria dovrebbe parlare di libri, vi chiederete voi? C’entra, eccome.

Innanzitutto,  io sono uno scrittore (emergente) di libri per ragazzi, quindi mi piace conoscere il loro mondo, i loro interessi. Inoltre, amo parlare di libri, e credo che TikTok possa offrire molto in questo senso, proprio perché rappresenta una novità.

Per questi motivi, ho pensato di presentarvi dei video e dei profili interessanti per farvi scoprire le potenzialità di questo social. Inoltre, proprio perchè i fruitori sono i giovani, se usato con intelligenza TikTok potrebbe anche riuscire nell’arduo compito di far avvicinare i ragazzi alla lettura. Fantascienza? No, potere dei Social.

  • BOOKBLOGGERS E PROFILI LIBRESCHI

Quando l’amore per i libri diventa condivisione.

@zackdaleo

Di cosa parla #neverigh? 👉 Ho appena pubblicato un post su Ig. a_new_world_in_my_mind 🟡🔵🔴 #booktokita #ticonsigliounlibro #lgbt #lgbtbooks

♬ original sound – Andrew Savoia
  • CASE EDITRICI

Un nuovo modo di fare editoria.

Spero che questi video vi abbiano fatto cambiare idea sul mondo varipinto di TikTok. Non importa quali mezzi usiamo per diffondere la cultura, l’importante è farla arrivare a più persone possibili.

Ah, dimenticavo! Ovviamente c’è anche il mio Profilo. Se vi va, seguitemi pure.

Pubblicato in: Parliamo un po'

Dieci nuove Case Editrici per ragazzi da tenere d’occhio!

Per chi è un lettore appassionato come me, sa bene che ormai non esistono più solo le grandi Case Editrici ma anche le medie e le piccole. Spesso sono proprio loro che propongono opere che altrimenti non avrebbero avuto molta possibilità di trovare spazio nella grande editoria italiana, libri di autori emergenti con una gran voglia di far conoscere la loro voce.

Ho pensato quindi di selezionare dieci case editrici per ragazzi attive da poco ‒ cioè dal 2015 in poi ‒ per dare l’opportunità, a chi non le conoscesse, di poter curiosare tra i loro titoli e, perché no, provare a inviare anche dei manoscritti. Ovviamente per farlo ho dovuto scegliere tra tantissimi editori, per cui mi sono basato essenzialmente su tre requisiti per me importanti:

  • Contatto diretto con i lettori attraverso i Social (collaborazioni, iniziative, presenza su Instagram, Facebook, etc.)
  • Importanza dell’immagine (copertine di qualità, cura dei post, etc.)
  • CE non a pagamento ( per non dare fregature agli aspiranti autori).

Dato che io stesso ho pubblicato con una casa editrice per ragazzi ho preferito non inserire la mia, la Ruota Edizioni, nata nel 2015, perché sarei stato ovviamente di parte (ma se volete dare un’occhiata, ecco il sito https://www.laruotaedizioni.it/ ).

Alcuni dei titoli che vedrete non li ho ancora letti e li ho scelti perché hanno saputo catturare la mia attenzione per varie cose: per la trama, per la copertina, per il nome dell’autore. Sono quelli che ho intenzione di recuperare (o magari avrò l’opportunità di recensirli tramite collaborazione, chissà?).

Li considero la mia scommessa e sono curioso di vedere se ci ho visto lungo. Perciò, bando alle ciance e partiamo subito!

1 – Pelledoca https://pelledocaeditore.it/

Nata nel 2017 e specializzata in thriller, noir e mistero, propone libri di narrativa e illustrati di ottima qualità. La loro missione è quella di raccontare storie da brivido, capaci di tenere il lettore con il fiato sospeso e gli occhi incollati alla pagina.

Io ho avuto il piacere di collaborare con loro recensendo il libro “Uscita di sicurezza” di Carla Anzile.  Potete leggere cosa ne penso qui: https://lorenzoiero.com/2020/10/06/recensione-uscita-di-sicurezza-di-carla-anzile/

Ecco i tre libri da tenere d’occhio:

2 ‒ Albe Edizioni https://www.albe-edizioni.com/

Casa Editrice milanese nata nel 2017, offre prodotti curati nei testi e nelle immagini, proponendo storie basate su contenuti e tematiche di valore universale. Io sto leggendo la saga di Penny Berry di Lluis Prats e vi assicuro che è una meraviglia. Ve ne parlerò presto sui miei Social.

Ecco i tre libri che hanno catturato la mia attenzione:

3 ‒ MIMebù https://www.mimebu.it

Nuova casa editrice del gruppo Mimesis rivolta ai bambini e ai ragazzi, pubblica libri che non hanno barriere né pregiudizi. Il loro obiettivo è il piacere della lettura, disinteressato e senza morali precostituite. Hanno diverse collane: Primi Passi, Scacciapensieri, La Civetta, MIMebook.

Ho selezionato tre titoli che sembrano molto interessanti:

4 ‒ I.D.E.A. Immagina Di Essere Altro https://www.immaginadiesserealtro.it/

Nata nel 2016 da un progetto editoriale messo in moto da Claudia Cintio e Marco D’Abruzzi, è diventata ben presto un punto di riferimento per i lettori Social che interagiscono con gli autori come se fossero loro amici. La Casa Editrice punta al Fantasy in ogni sua forma e da poco ha aperto le porte anche alla narrativa italiana. Io ho già letto Seadevil, Apparenze e Caoineadh, ma nella mia wishlist ci sono tanti altri loro libri.

Ecco i mei tre consigli:

5 ‒  Dark Zone https://www.dark-zone.it/

Nata come associazione culturale nel 2016, la Casa Editrice di Francesca Pace è entrata in poco tempo nel cuore di tantissimi lettori, divenendo un punto di riferimento per gli appassionati del Fantasy (e non solo). La Dark Zone spicca per qualità dei testi e delle cover (Antonello Venditti è un grande), e di seguito potete vedere tre libri che hanno catturato la mia curiosità:

6 ‒ Telos Edizioni https://telosedizioni.it/

Telos è una casa editrice specializzata in letteratura per l’infanzia e l’adolescenza e si caratterizza per la sperimentazione di nuovi modi di fare editoria. L’interazione tra la carta e il digitale rappresenta uno dei loro punti di forza. Mi hanno colpito molto le copertine: originali, colorate, divertenti. Potete vedere alcuni esempi qui sotto:

7 ‒ Marietti Junior https://www.mariettijunior.it/

Marietti Junior nasce da Pietro Marietti con un progetto ben preciso: la ricerca del talento. L’obiettivo di Marietti Junior è investire in un progetto che valorizzi il rapporto “antico” e personale tra editore e talenti creativi. Con tre regole: ricerca della qualità; forze concentrate su pochi titoli in cui si crede profondamente; investimento nella promozione. Vi mostro tre titoli che mi piacerebbe molto leggere:

8 ‒ Segreti in giallo Edizioni https://segretiingialloedizioni.com/

Segreti in giallo Edizioni è una piccola casa editrice nata da poco ma molto promettente con collane di nicchia (gialli, manoscritti risalenti al periodo della belle époque e sottoforma di diari e infine epistolari). Sono molto curioso di leggere alcuni dei loro titoli e sono sicuro che saprà ritagliarsi un posto tra gli appasionati del genere.

Ecco i miei tre consigli:

9 ‒ Acheron Books https://www.acheron.it/

Editore indipendente nato nel 2015 e specializzato in narrativa fantastica ad ambientazione italiana. Le loro opere sono molto selezionate e vengono curate in ogni loro aspetto. Infatti, l’aspetto che più mi ha colpito è stata la parte grafica, davvero degna di nota. Vi lascio tre titoli che mi incuriosiscono molto:

10 ‒ Myth Press https://mythpress.eu

Myth Press è nata con l’obiettivo di far conoscere autori emergenti e idee innovative. Ho assistito alla loro nascita e sto sguendo le loro uscite, per cui ci sono molto affezionato. Vi lascio con tre titoli che mi ispirano molto:

Questo è tutto. Spero che vi abbia fatto piacere questo viaggio nella piccola e media editoria di libri per ragazzi. Se avete altre Case Editrice da suggerire scrivetelo nei commenti qui sotto. Io sono sempre aperto alle Collaborazioni perché mi piace parlare di questo genere.

Se vi fa piacere, continuerò a pubblicare altri articoli di questo tipo. Se avete voglia, condividete il post in modo da supportare me e queste fantastiche realtà editoriali.

A presto!

Pubblicato in: Recensioni

Recensione “Il caso del marchese scomparso. Enola Holmes” di Nancy Springer

  • Editore: DeA Planeta Libri
  • Traduttore: Sara Mazzucchi
  • Pagine: 224 p., Rilegato
  • Età di lettura: Dai 12 anni
  • Sito Casa Editrice: https://www.deaplanetalibri.it/

  “Sapete, i cavalli sudano, gli uomini traspirano e le donne risplendono. Anche io risplendevo, ne sono certa. Sentivo tutto quello splendore colarmi giù per i fianchi sotto il corsetto, le cui stecche di ferro continuavano a pungolarmi fastidiosamente le braccia”.

Chi di voi non ha mai sognato almeno una volta di indossare un cappello a quadretti e una mantellina scura e calarsi nei panni di Sherlock Holmes, magari sbuffando del fumo dalla tradizionale pipa?

Il personaggio letterario creato da Arthur Conan Doyle alla fine del XIX secolo è per tutti un’icona del giallo e fa parte della nostra cultura. Che si tratti di opere teatrali, film cinematografici, modi di dire (“Elementare, Watson”) e cartoni animati, il detective più famoso di Londra è da sempre fonte inesauribile di ispirazione.

Anche nel campo letterario il nostro eroe viene omaggiato – e qualche volta persino stravolto – in molti romanzi. La scrittrice americana Nancy Springer ha addirittura immaginato che Sherlock avesse una sorella minore chiamata Enola Holmes e ha pensato bene di scrivere una serie di libri con protagonista proprio lei. Geniale, eh?

L’idea di creare un’eroina con le stesse capacità logiche del detective più famoso del mondo potrebbe apparire un azzardo, soprattutto agli occhi di un lettore cresciuto con i romanzi di Doyle che fa fatica ad accettare gli stravolgimenti. La domanda quindi che vi faccio è questa: secondo voi, l’idea di stravolgere l’universo narrativo di Sherlock Holmes è stata una mossa azzardata? Io ho letto il primo volume grazie alla Dea Planeta Libri, e sono qui per darvi la mia opinione.

Partiamo subito col parlare della trama. Enola Holmes è una ragazza che vive nella sua tenuta di famiglia a Ferndell, non molto distante da Kineford, insieme alla mamma e ai due domestici, i coniugi Lane. Il suo carattere ribelle la vede spesso scontrarsi con le rigide regole che la società del XIX secolo impone alle donne. Per esempio, se fosse per lei abolirebbe quei corsetti così stretti che impediscono alle donne di respirare normalmente al punto che perfino al minimo shock le fanno crollare a terra, svenute. Molto meglio indossare camicie e pantaloni che arrivano al ginocchio, magari con calosce sopra gli stivali.

Inoltre, è convinta di aver portato il disonore nella sua famiglia perché sua madre l’ha messa al mondo in tarda età e questo aveva provocato un po’ di imbarazzo in paese.

Dopo la scomparsa improvvisa della mamma, che coincide con il giorno del suo quattordicesimo compleanno, Enola è costretta a chiedere aiuto ai suoi due fratelli maggiori che vivono a Londra e che non vede da dieci anni, sin dalla morte di loro padre. L’incontro con Mycroft e Sherlock si rivela però un disastro. Vuoi per la differenza di età, vuoi perché Mycroft la vuole spedire in collegio, la ragazza non trova l’appoggio sperato .

Se pensate che da questo punto in poi sarà proprio il famoso detective londinese il protagonista della storia, vi sbagliate di grosso: Enola, infatti, con il suo carattere determinato, riuscirà a rubare la scena a entrambi e inizierà a investigare per conto suo. Le sue ricerche la porteranno a Basilwether, dove verrà coinvolta suo malgrado in un’altra scomparsa: quella del marchese Tewksbury!

Un aspetto del romanzo che balza subito all’occhio è senza ombra di dubbio il carattere della protagonista. Sono sicuro che Enola non faticherà a trovare i favori del pubblico, soprattutto quello composto dai giovani, grazie alla sua spiccata arguzia e ironia. L’autrice è riuscita a creare un personaggio vincente, un mix tra Anna dai capelli rossi e Nancy Drew, perfetto per far avvicinare i ragazzi alla letteratura di Doyle. Penso che l’intento dell’autrice fosse proprio quello di “svecchiare” il mito di Sherlock Holmes (ammetto che anche io spesso ho fatto fatica a leggere i libri) per proporlo ai lettori in una chiave più moderna. Secondo me, il risultato finale è molto interessante.

Anche se qui il ruolo di Sherlock è marginale, il modo in cui interagisce con Enola porta il lettore a volerne sapere di più su di lui.

“Ricordai la lista stilata dal dottor Watson in cui esponeva i talenti di mio fratello: studioso, chimico, violinista superbo, cecchino, spadaccino, schermitore col bastone, pugile e brillante pensatore deduttivo.

Poi feci un elenco mentale dei miei, di talenti: in grado di leggere, scrivere e fare i conti; esploratrice di nidi e uccelli e vermi, pescatrice; e, ah sì, ciclista.”

Un altro aspetto che mi è piaciuto molto è che il libro non si prende mai sul serio. Lo scopo di Nancy Springer immagino sia stato semplicemente quello di far svagare il lettore raccontando aneddoti divertenti su Sherlock e riempiendo la storia con tantissimi riferimenti al genere giallo e a quel determinato periodo storico.

Un esempio è il famigerato “sellino”, nominato spesso. Voi sapete cos’è un sellino? No? Neanche io lo sapevo. Però ora lo so. È un supporto imbottito che veniva indossato sotto alla gonna posteriormente all’altezza delle reni per dare maggior volume. Per arrotondare le parti femminili, insomma. E come dice Sherlock alla sorella: “Perché le donne sono così deformate? Bè, non esiste una spiegazione razionale del perché le donne decidano di conciarsi così. I capricci del gentil sesso si sottraggono alla logica”.

Inoltre, ho amato la descrizione dei luoghi in cui è ambientata la storia. Come tutti sappiamo, Sherlock Holmes vive a Londra. Anche le vicende di questo romanzo si svolgono per buona parte nella vecchia capitale inglese, ma la cosa interessante è che in realtà ci viene mostrata la parte più degradata della città, la famigerata East-End, che ospita senzatetto, bambini che chiedono del pane ai passanti e delinquenti cui è meglio tenersi alla larga. Nancy Springer descrive una Londra dell’Ottocento in modo minuzioso, inserendo anche qualche riferimento a Jack lo Squartatore, l’assassino che si aggirava nei vicoli dell’East London proprio nello stesso periodo in cui è ambientato il romanzo.

Pur se pensato per un pubblico giovane, il libro è uno spaccato della società dell’epoca, e in particolare si concentra sul ruolo della donna, sulla sua cultura e sulle sue aspettative. La donna nobile di fine ottocento, infatti, veniva istruita al solo scopo di diventare una brava moglie e una buona madre. Spesso veniva inviata in un collegio per avere una infarinatura generale in modo da poter intrattenere il marito e gli ospiti negli eventi mondani. Doveva attenersi a uno stretto regolamento adatto a proteggere la sua reputazione e, pensate un po’, anche  la lettura di un libro, se superava un certo decoro, veniva considerata inappropriata.

Enola stessa parla molto della gabbia sociale nella quale è costretta a muoversi con molta fatica, ed è per questo motivo che consiglio il libro a tutti coloro che vogliono saperne di più sull’argomento.

In America sono usciti in totale sei libri (il primo nel 2006 mentre l’ultimo nel 2010). In Italia è finalmente disponibile il primo volume (più una Graphic Novel che mi piacerebbe leggere). Come mai si è aspettato così tanto per avere una traduzione italiana? Quasi sicuramente per la realizzazione del film (disponibile su Netflix), che ha creato molta curiosità tra i lettori.

Vi lascio il link del mio video pubblicato su Youtube (se ancora non mi seguite, fatelo) dove parlo del perchè, secondo me, Enola Holmes sarà un grande successo.


Ringrazio la DeA Planeta Libri per avermi omaggiato dell’ebook. Se anche voi avete letto il libro e volete discuterne con me, lasciate un commento qui sotto.

Ciao a tutti e alla prossima!

Pubblicato in: Recensioni

Recensione: Dreamscapers di Dario Orilio

“I dreamscapers possono introdurci nei sogni con il proprio corpo e la propria mente: non un sogno come tanti, quindi, ma una visione, un dreamscape, una proiezione onirica della realtà che il sognatore esplora fisicamente”.

Dreamscapers – Dario Orilio

Nel mese di Agosto non ho letto molto: vuoi per il caldo, vuoi per il lavoro, ammetto di essere stato lavativo. Questo però mi ha permesso di concentrarmi appieno su un romanzo che ho apprezzato molto, sia per la trama sia per la qualità, perciò ho pensato bene di parlarvene qui, sul mio sito appena nato.

Dreamscapers- L’erede è il romanzo d’esordio di Dario Orilio, nato a Napoli nel 1987 e residente a Roma dal 2016. Premetto una cosa: ho conosciuto Dario grazie ai Social e con lui ho instaurato una bella amicizia. Mi piace molto il suo modo di parlare e di affrontare gli argomenti e mi sono convinto ad acquistare il suo romanzo perché curioso di scoprire se la sua personalità si riflettesse anche sulla sua scrittura.

Non so se a voi è mai capitato, ma io di solito, quando conosco bene l’autore, tendo a “visualizzare la sua faccia” durante la lettura, facendo fatica a scrollarmi di dosso la sua identità. Con Dreamscapers, al contrario, ho più volte dimenticato che a scriverlo fosse proprio un esordiente italiano, tanto che, a un certo punto, ho persino pensato: “Come sarebbe bello che questo fantasy diventasse un film americano”, per poi ricordarmi che il libro è al 100% Made in Italy. Presumo che sia un bel complimento per l’autore, vero?

Ciononostante, come è ovvio, ci sono state delle cose che mi sono piaciute di più e altre che mi sono piaciute di meno, ed è per questo che vorrei parlarne insieme a voi.

Ma veniamo al dunque: di cosa parla questo libro?

È la storia di Cress, un orfano di diciassette anni, che, dopo aver visto un misterioso individuo in impermeabile e mascherina anti-gas rapire il suo migliore amico Charlie, scopre di essere un dreamscaper, un viaggiatore delle dimensioni oniriche. Ad aiutarlo nella difficile impresa di riportare a casa Charlie, troveremo Erynni, una strega-telepate, Jonsy, un islandese in cerca anche lui della sorella scomparsa, e Sakura, figlia di uno stregone giapponese.

Questa è per sommi capi la trama. Ma l’autore non si ferma a questo, perché pagina dopo pagina aggiunge sempre più tasselli e nuovi personaggi, dando vita a tanti frammenti che, di sicuro, alla fine daranno forma a un unico, grande mosaico.

Tutto nel romanzo sembra studiato nei minimi particolari: il linguaggio, forbito e attento (forse troppo pretenzioso, in alcuni punti), il world building, che letteralmente è la costruzione fisica del mondo in cui è ambientato il romanzo ma anche la rete che connette tutti i nodi della storia, e i personaggi, tantissimi e tutti con un solido background alle spalle.

Ma andiamo con ordine e partiamo dallo stile. Dario Orilio sa come maneggiare bene le parole e si vede; ogni vocabolo è studiato e posizionato con accuretezza. Spesso, però, il suo stile eccessivamente ricercato ha causato in me non poca confusione nel domandarmi quale fosse il target di riferimento. Sì, è vero che un buon libro può essere letto a qualsiasi età e non deve essere per forza incasellato. Però è altrettanto vero che uno scrittore deve avere ben chiaro il suo pubblico, altrimenti rischia di deludere il lettore. Secondo la volontà dell’autore, infatti, il romanzo è indirizzato al pubblico young-adult (YA nel gergo dei lettori), i cosiddetti “giovani adulti”, e questo si può intuire anche dall’età anagrafica dei protagonisti, che va dai diciassette ai trent’anni, oltre che dallo stile di scrittura maturo. I dubbi che avevo durante la lettura erano dati per lo più dalla sensazione che, secondo il mio punto di vista, i protagonisti avessero un’età sbagliata. Stonata. Per esempio, per come si comporta e per come ragiona, Cress somiglia molto a un ragazzino di dodici/tredici anni, non di diciasette, e per questo motivo, secondo il mio ragionamento, anche lo stile di scrittura sarebbe dovuto essere più leggero.

Ma comprendo che questa sia una cosa soggettiva: Dario è un bravissimo scrittore e non ho altre critiche da fare. Pensate che, in alcuni punti, non mi sono nemmeno reso conto che fosse un romanzo scritto da un esordiente, per quanto è curato.

Tra l’altro – e qui apro una parentesi – la copertina (ma quanto è bella?), ci mostra un’illustrazione di Gaetano Carlucci in cui un ragazzino con indosso una felpa rossa è disteso sul letto e sogna/vede la mano di un mostro avvicinarsi pericolosamente verso di lui. Questa immagine ha contribuito a farmi venire il dubbio circa l’età del protagonista. Da poco è uscita una nuova versione con una spada in primo piano, forse per attirare un pubblico più adulto, ma io preferisco questa, poichè contiene tutti gli elementi che si trovano all’interno del romanzo e perché, secondo me, è più scenografica. Sono contento di averla acciuffata prima che venisse tolta dal commercio.

Per quanto riguarda i protagonisti, ce ne sono tanti (forse troppi), e qui non posso fare altro che inchinarmi di fronte alla maestria con cui l’autore si è saputo destreggiare tra trame e sottotrame che si rincorrono le une con le altre per tutto il romanzo. Ogni capitolo porta il nome di un personaggio del libro e ne segue la sua storia; all’inizio si ha come l’impressione che ogni storia sia slegata dall’altra come se fossero indipendenti (in una c’è un prete, in un’altra un uomo che vede alberi strani, in un’altra ancora una ragazza giapponese…); però, già a metà libro, si capisce che in effetti un filo conduttore c’è, e anche piuttosto evidente.

Il personaggio che all’inizio mi era sembrato solo un peso ma che poi si è rivelato uno dei miei preferiti è stato Graham, colui che vede alberi dove non dovrebbero esserci. In un capitolo, il mio preferito, l’uomo attraversa un albero e giunge a Radici Bianche, un mondo fatato dove l’autore dà libero sfogo a tutta la sua fantasia.

E a proposito di questo, vi lascio un passo del libro che ho trovato molto interessante:

Il mito vuole che il regno delle fate si sia originato intorno a un albero millenario creato da un’antica creatura aliena. Di questo mitologico reperto naturale resterebbero alcuni punti, che, come uteri materni, sono in grado di partorire neonati di fata”.

Per par condicio, vi svelo anche il personaggio che mi è piaciuto di meno: Jonsi, un ragazzone tutto muscoli. Se fossimo stati in un reality-show, sicuramente lo avrei eliminato alla prima occasione. La sua storia mi ha annoiato… diciamo che non mi ha convinto perché la trovo stonata con il resto del romanzo. Capisco la necessità di affibbiare al protagonista (di per sé senza una forte personalità) una spalla dal carattere spavaldo e determinato, però così facendo l’autore ha messo in ombra proprio colui che, in teoria, dovrebbe sorreggere l’intera saga. Tolti tutti i comprimari, infatti, se ci dovessimo soffermare proprio su Cress, alla fine lui risulta essere quello più “inutile”. Secondo me, però, essendo il primo volume di una saga ed avendoci messo così tante trame e sottotrame da poter coprire almeno cinque libri, l’autore ha preferito non strafare, preferendo fare le cose con calma. Secondo me, ragionandoci sopra, la sua scelta potrebbe essere vincente.

Potremmo considerare questo volume come interludio alla saga vera e propria, in cui si gettano le basi e ci viene presentato un mondo nuovo, in cui vengono disseminati così tanti indizi che solo un lettore molto attento può cogliere appieno.

Io non vedo l’ora di poter leggere il secondo volume, perché sono davvero curioso di saperne di più sul mondo fatato, sulla fine di Charlie, sulla strega Erynni, sulla PharmCO e sui Marci.

Promuovo a pieni voti il romanzo in quanto è scritto davvero bene. Sono sicuro che non sfigurerebbe affatto se venisse tradotto anche in lingua inglese.

Classificazione: 5 su 5.

Se vi è piaciuta la mia prima recensione, se volete commentare, o se semplicemente avete voglia di supportarmi, lasciatemi un feedback qui sotto.

Alla prossima!